Per una piccola bugia …

Molti pensano che sono brave persone perché non hanno rubato, né ucciso nessuno … al massimo hanno detto qualche bugia …

Apoc 21:8 Ma per i codardi, gl’increduli, gl’immondi, gli omicidi, i fornicatori, i maghi, gli idolatri e tutti i BUGIARDI, la loro parte sarà nello stagno che arde con fuoco e zolfo, che è la morte seconda».

Apoc 22:14 Beati coloro che adempiono i suoi comandamenti per avere diritto all’albero della vita, e per entrare per le porte nella città. 15 Fuori i cani, i maghi, i fornicatori, gli omicidi, gli idolatri e chiunque ama e pratica la MENZOGNA.

Luigi Amico

Annunci

Tu non sai queste cose?

Nicodemo era un fariseo, un capo dei Giudei, un teologo di grande conoscenza biblica, eppure Gesù gli disse:

«Tu sei il dottore d’Israele e non sai queste cose?… (Giovanni 3:10)

Per un cristiano non conta essere savio o intelligente, ma avere l’umiltà e lo Spirito di Dio: “Di queste anche parliamo, non con parole insegnate dalla sapienza umana ma insegnate dallo Spirito Santo, esprimendo cose spirituali con parole spirituali.” (1 Corinzi 2:13)

La Bibbia non va semplicemente letta, ma scavata, meditata ed applicata nella vita di tutti i giorni.

Questo libro della legge non si diparta mai dalla tua bocca, ma meditalo giorno e notte, cercando (sforzandosi) di agire secondo tutto ciò che vi è scritto, perché allora riuscirai nelle tue imprese, allora prospererai (Giosuè 1:8)

Luigi Amico

Occhio per occhio

Dio è Amore ma anche Giustizia.

La legge del taglione (occhio per occhio, dente per dente, ecc, – esodo 21, lev 24, deut 19), nell’Antico Testamento, NON significava che ci si poteva vendicare del prossimo o farsi giustizia personale.

La vendetta appartiene SOLO al Signore: “Non fate le vostre vendette, cari miei, ma lasciate posto all’ira di Dio, perché sta scritto: «A me la vendetta, io renderò la retribuzione, dice il Signore»” (Romani 12:19).

Nel periodo della “legge”, per ottenere il perdono dei peccati occorreva un sacrificio di entità pari al peccato commesso: per cui l’espressione “occhio per occhio” era la pena da pagare per il peccato commesso, la manifestazione della giustizia di Dio.

Poi, un certo Gesù di Nazareth è venuto a fare il sacrificio perfetto e perenne ed ha abolito il bisogno di ricorrere a qualsiasi tipo di sacrificio ed espiazione! Basta amarlo ed osservare i suoi comandamenti:

Giovanni 14:21 Chi ha i miei comandamenti e li osserva, è uno che mi ama; e chi mi ama sarà amato dal Padre mio; e io lo amerò e mi manifesterò a lui».

Luigi Amico

Gesù Sacerdote perfetto e in perpetuo

Non c’è più bisogno di sacrifici e sacerdoti, non c’è più bisogno di distinzione tra Luogo Santo e Luogo Santissimo, come dimostra la lettera agli Ebrei, ed in particolare il capitolo 6, versetti 19 e 20: “Questa speranza che noi abbiamo è come un’ancora sicura e ferma della nostra vita, e che penetra fin nell’interno del velo, dove Gesú è entrato come precursore per noi essendo divenuto sommo sacerdote in eterno secondo l’ordine di Melchisedek.”

Luigi Amico

Gesù verrà presto

“Poi mi disse: «Queste parole sono fedeli e veraci; e il Signore, Dio dei santi profeti, ha mandato il suo angelo, per mostrare ai suoi servi le cose che devono avvenire tra breve. Chi è ingiusto continui ad essere ingiusto, chi è immondo continui ad essere immondo, chi è giusto continui a praticare la giustizia, e chi è santo continui a santificarsi. Ecco, io vengo presto e il mio premio è con me, per rendere ad ognuno secondo le opere, che egli ha fatto. Io sono l’Alfa e l’Omega, il principio e la fine, il primo e l’ultimo». Beati coloro che adempiono i suoi comandamenti per avere diritto all’albero della vita, e per entrare per le porte nella città. Fuori i cani, i maghi, i fornicatori, gli omicidi, gli idolatri e chiunque ama e pratica la menzogna. «Io, Gesú, ho mandato il mio angelo per testimoniarvi queste cose nelle chiese. Io sono la Radice e la progenie di Davide, la lucente stella del mattino». E lo Spirito e la sposa dicono: «Vieni!». E chi ode dica: «Vieni». E chi ha sete, venga; e chi vuole, prenda in dono dell’acqua della vita.” – Apocalisse 22:11-17